Qual è il significato della carta della morte nei tarocchi?

L’arcano numero tredici è la carta della morte, raffigurata da uno scheletro armato di falce, ed in alcune rappresentazioni, lo scheletro è avvolto anche dal martello. E’ una carta che quando viene estrapolata incute molto timore sebbene il suo significato non sia proprio quello che si pensi.

Questo tarocco indica un cambiamento che porterà ad una rinascita. Simboleggia la fine di una fase o di un aspetto saliente della propria vita che aprirà le porte al nuovo. E’ però necessario lasciar andare qualcosa per dare la possibilità al nuovo di arrivare. Bisogna chiudere una porta affinché possa aprirsene un’altra.

Interpretazione della carta della morte estrapolata al dritto

In ambito sentimentale, la carta della morte estrapolata al dritto indica un cambiamento, trasformazione nel rapporto. E’ indice di buon auspicio e di positività. Vuol dire che bisogna lasciar andare il passato ormai stagnante e accogliere con fiducia il presente.

Interpretazione della carta della morte estrapolata al rovescio

La carta della morte al rovescio indica distacco, freddezza e separazione e che si sta resistendo al cambiamento poiché il consultante si sta’ aggrappando a qualcosa di stagnante.

Questa carta ci invita alla conoscenza di noi stessi: da un punto di vista simbolico, bisognerebbe morire ad uno stato di ignoranza per poi rinascere ad uno stato di perfezione e libertà mentale. La morte nei tarocchi è una sorta di ammonimento con saggezza su ciò che dovrebbe essere lasciato andare, a prescindere da pregiudizi, ammonimenti, condizionamenti, schemi mentali o abitudini.

Rappresenta quindi la strada giusta per la conoscenza dell’amore universale e ci invita a non avere alcun tipo di pregiudizio e alla volontà di superare i preconcetti per raggiungere le proprie mete. Con la carta della morte prende avvio una trasformazione che rinnova ogni cosa nonostante all’inizio ci trovi in uno stato di disperazione e confusione. Ma tutto cambia e il cambiamento è proprio inevitabile.